Alleanza Cooperative «Grazie a soci e lavoratori per il loro impegno. Costruire una diversa normalità che privilegi le persone e il bene comune»

lavoro

In occasione della Festa del Lavoro, il Presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, Mauro Lusetti, ha rilasciato, anche a nome dei Copresidenti Maurizio Gardini e Giovanni Schiavone, la seguente dichiarazione:

“Vogliamo rivolgere un grazie sincero alle socie e ai soci, alle lavoratrici e ai lavoratori che in questi ultimi due mesi, impegnandosi in condizioni difficili e spesso in prima linea sul fronte dell’emergenza, hanno permesso alle cooperative di portare avanti le loro attività in settori essenziali per la vita del Paese, offrendo un contributo per alleviare i problemi delle comunità.

Non possiamo dimenticare le decine di migliaia di lavoratrici e di lavoratori delle cooperative che, a seguito delle decisioni assunte dal governo per contenere e contrastare la diffusione del contagio, hanno interrotto la loro attività, in particolare nei settori della cultura e del turismo, dei servizi e del sociale. A loro esprimiamo la nostra vicinanza e l’incoraggiamento in vista di una ripresa graduale che, nel rispetto della salute e della sicurezza dei lavoratori, segni l’avvio di un percorso di uscita da una crisi di dimensioni epocali.

Gli strumenti messi in campo dal governo per fronteggiare le conseguenze economiche della crisi sono apprezzabili, ma per ora non si sono dimostrati sufficienti. In particolare, è indispensabile assicurare un’immediata operatività delle misure decise per sostenere la liquidità delle imprese, velocizzando e semplificando il più possibile l’accesso ai benefici. Altrimenti, il rischio è che migliaia di imprese non riescano a sopravvivere, con conseguenze drammatiche in termini di capacità produttiva e di occupazione. Anche l’Europa deve fare la sua parte con un deciso cambio di rotta nel segno della solidarietà. E’ necessario che l’accordo embrionale raggiunto sul Recovery Fund trovi subito corso e consenta di reperire risorse straordinarie per almeno 1.500 miliardi di euro, attraverso l’emissione di Bond straordinari e garantiti dal bilancio europeo.

L’immediato futuro è carico di preoccupazioni e di incognite. La ripartenza, per noi donne e uomini della cooperazione, dovrà rappresentare la ricerca e la costruzione di una nuova e diversa normalità, in cui le persone, il bene comune, l’incolumità del pianeta vengono prima dell’interesse individuale. Il ruolo che la cooperazione ha, quello che può e deve giocare per costruire un’economia diversa, è chiaro a tutti ed è un compito di cui dobbiamo farci carico. Per questo, nel documento “Ricostruire l’Italia cooperando”, trasmesso al Presidente del Consiglio, proponiamo tre grandi misure per l’Italia che si basano sulla capacità degli italiani di investire, consumare e raccogliere risorse per lo sviluppo del proprio Paese, sul recupero del senso civico e su un grande piano di sviluppo dell’impresa culturale e solidale, insieme con un piano nazionale per lo sviluppo sostenibile capace di generare inclusione, benessere e coesione sociale nelle comunità e sul territorio. Prepariamoci, insieme, a rinascere e a far crescere con noi un’economia e una società diverse”.


Alleanza Cooperative Italiane

Sede legale:
via Torino, 146 00184 Roma
Tel. 06-84439391 - Fax 06-84439370